Lerici

Fu un porto importante dove approdavano viandanti e pellegrini che attraverso Sarzana si collegavano alla via Francigena che portava a Roma o verso il nord italia. Da Lerici inoltre partiva un sentiero in direzione di S. Giacomo di Compostela.
Intorno all’ anno 1000 fu contesa tra Genova e Pisa fino a tornare stabilmente sotto la Repubblica genovese intorno al ‘400. Lerici mostra ancora adesso la sua struttura medievale con gli stretti “carugi” allineati al fronte del mare. All’interno del borgo sono da vedere il ghetto ebraico, il castello costruito dai pisani e ampliato e rafforzato dai genovesi, con all’interno la cappella duecentesca dedicata a S. Agata ed il Museo paleontologico. Ai piedi del castello c’è la passeggiata sul lungomare Vassallo.

Ancora, nel borgo ci sono la Chiesa di S. Francesco, la torre di S. Rocco, l’oratorio di S. Bernardino e, poco lontano, il Palazzo Doria.

Ma Lerici non è solamente il borgo. Nel suo territorio spiccano altre località come San Terenzo col suo castello, Villa Magni, abitata a suo tempo da Percy e Mary Shelley, Villa Marigola da cui si gode uno stupendo panorama sulla spiaggia della Venere Azzurra. A Tellaro, paesino marinaro, si possono vedere l’antica chiesa di S. Giorgio e l’oratorio di S. Maria. Ancora sulla costa ci sono le calette di Maraluga, dell’Eco del Mare, di Fiascherino e più in alto sulla collina ricoperta di ulivi, i borghi di Solaro, Pozzuolo e la Serra fino ad arrivare a Montemarcello che domina dall’alto tutto il Golfo.

Galleria fotografica

  • title
  • title
  • title
  • title
  • title
  • title
  • title
  • title
  • title